Asimetteria Mammaria: Intervento Al Seno Asimmetrico

Asimetteria Mammaria: Problemi Seno Asimmetrico
a
Febbraio 7, 2021

L’asimmetria mammaria non è una patologia. La maggior parte delle donne hanno un’asimmetria mammaria minima poiché la simmetria completa è molto rara. L’asimmetria del seno, è la forma o la dimensione di un seno diverso dall’altro, è una condizione molto comune nelle donne.

Quando questa differenza sembra molto evidente, può essere indicata la correzione chirurgica. L’asimmetria tra i due seni può dipendere da molti fattori, e in base alle condizioni che causano queste differenze, il chirurgo plastico sceglierà la tecnica chirurgica corretta.

Qual è la causa dell’asimmetria mammaria?

Le causa può essere congenite o meccaniche, oppure può verificarsi dopo aver indossato un corsetto o un intervento chirurgico. I motivi ancora oggi sono un mistero. Però alcune condizioni mediche possono causare questo problema al seno:

  • Sindrome Polonia
  • Scoliosi
  • Pectus excavatum
  • Sclerodermia
  • Sviluppo durante la pubertà
  • Fluttuazioni di peso
  • Gestazione
  • Allattamento

Nel caso in cui l’asimmetria mammaria sia determinata da un volume diverso tra le due mammelle, ma in presenza di una forma equa e somigliante, le tecniche più adoperate per la modifica sono due: l’aumento volumetrico della mammella più piccola o la diminuzione della mammella più grande. Logicamente la scelta è condizionata dal volume iniziale: è conveniente ingrandire il volume della mammella più piccola se la massa della mammella più grande è adeguato alla personale e ai desideri della signora o signorina, o bisogna ridurre il volume della mammella più grande se il volume di quella più piccola è quello voluto.

Asimmetria mammaria come correggerla

Se il volume del seno dev’essere aumentato, la procedura include la mammoplastica, l’intervento consiste in una mastoplastica additiva, ovviamente monolaterale (un solo seno). Nel caso in cui sia necessaria la diminuzione volumetrica di una mammella, l’operazione consiste in una mastoplastica riduttiva, anche in questo caso monolaterale.

La correzione di questo tipo di asimmetria mammaria può coinvolgere anche due seni contemporaneamente. Ad esempio, le dimensioni dei due mammelle possono essere aumentate utilizzando protesi di dimensioni diverse (più piccole sono più grandi e viceversa). Riduci per fare in modo che i due raggiungano un volume simile (la riduzione maggiore è maggiore, la riduzione minore è minore). Oppure si possono ridurre entrambi i seni in modo che ambedue abbiano volumi simili (la riduzione maggiore è maggiore, la riduzione minore è la minore).

Operazione per un seno asimmetrico

Se si decide di migliorare l’asimmetria mammaria e avere un seno simmetrico, la prima visita è molto importante, infatti in questa circostanza lo specialista potrà valutare il tipo di asimmetria, il tipo di seno, il tessuto sottocutaneo, la pelle, ed il rapporto tra le caratteristiche del corpo (altezza, peso, tipo di torace) alle proporzioni fra le varie parti del corpo e, ovviamente, verranno ascoltati i desideri e le aspettative della paziente. Inoltre durante la visita sarà fornito un elenco degli esami preoperatori, che, oltre agli esami del sangue e delle cardiopatie, ci saranno anche l’ecografia mammaria o mammografia.

Intervento al seno asimmetrico

Intervento al seno asimmetrico

La correzione dell’asimmetria mammaria viene solitamente eseguita in anestesia generale in l’ospedale, un day hospital, la permanenza solitamente è di una notte. La durata dell’intervento correttivo è molto variabile perché dipende dalla tecnica che dev’essere applicata di volta in volta (ad esempio, aumento del seno bilaterale: durata 1,5-2 ore; mentre la durata dell’aumento del petto unilaterale e l’ingrandisco del seno unilaterale: 4 ore

La procedura postoperatoria dopo un intervento chirurgico di correzione dell’asimmetria mammaria

Dopo l’intervento correttivo dell’asimmetria mammaria vi sarà un po’ di gonfiore il quale maschererà il vero esito finale, è possibile inoltre eseguire altri interventi in simultanea come quello di una mastoplastica riduttiva o mastoplastica additiva, il quale verrà progressivamente raggiunto dopo almeno sei mesi.

Come per ogni operazione al seno, per circa un mese dopo l’operazione per perfezionare l’asimmetria mammaria si dovranno eludere tutti i movimenti ampi e di forza con gli arti superiore (sport compreso) e guidare la macchina per 2 settimane, stesso discorso vale anche per un intervento considerato semplice come può essere un filler al seno. Sempre per un mese, ulteriormente, si dovrà infilarsi un reggiseno contenitivo adatto.

Va evidenziato che per sottoporsi all’operazione il soggetto deve avere più di 20anni.

Raccomandazione finale

Ci raccomandiamo anche in questo articolo che è stato pubblicato, fatte una scelta ottima. Il medico chirurgo dovrà essere un chirurgo certificato altrimenti il vostro aspetto non sarà mai prefetto quindi, non cercate di risparmiare sul costo del professore per le sue visite allo studio potete anche contattarci gratuitamente sulla nostra pagina Instagram e chiedere info generiche anzi dovrete individuare il medico maggiormente richiesto dalle vostre amiche o conoscenti per poi decidere.

 

Scritto Da MigliorChirurgo

Questo articolo è offerto dalla redazione di MigliorChirurgo.
Ti potrebbe interessare:
0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *